Regolamento interno della scuola

 

 

ART. 1 – DENOMINAZIONE E COSTITUZIONE

L'Istituto Romano di Psicoterapia Psicodinamica Integrata (I.R.P.P.I.) è operativo all'atto della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 180 del 3.08.2004 del decreto (26.07.2004) e successivo (08.11.2005), G. U. 18.11.2005, di riconoscimento del MIUR della relativa Scuola, quale istituzione culturale avente come fine la formazione in psicoterapia.

Il funzionamento dell'Istituto è stabilito ai sensi della legge del 18 febbraio 1989, n. 56 e seguenti, con Decreto Ministeriale MIUR del 26.07.2004 (vedi art.1), e con essa si sancisce la sua autonomia tecnica, organizzativa e di gestione.

 

ART. 2 SEDE LEGALE, AMMINISTRATIVA E DIDATTICA

  IRPPI SRL ha sede legale, amministrativa e didattica in Roma, in C/so Vittorio Emanuele II 305, 00186.

 

ART. 3 SCOPI E ATTIVITA’ ISTITUZIONALI

  Le attività istituzionali del I.R.P.P.I. sono:

  1. l’implementazione ed erogazione di corsi di specializzazione post-lauream in psicoterapia; 
  2. l’organizzazione di attivita’ convegnistiche e congressuali, workshops, giornate seminariali di rilevanza nazionale ed internazionale nel settore della psicoterapia, psichiatria, psicologia clinica e neuroscienze;
  3. lo sviluppo di centri clinici dedicati all’erogazione di servizi di psicoterapia individuale, di coppia e familiare, psicoterapia dell’età evolutiva e adulta, psicodiagnostica clinica e giuridico-peritale, attività di consulenza e supporto psicologico;
  4. la promozione di attività di ricerca in psicoterapia, psichiatria, psicologia clinica e dinamica, neuroscienze;
  5. la produzione di attività scientifica attraverso pubblicazioni di articvoli, saggi, nomografie e trattati inerenti la psicoterapia, la psicologia clinica e dinamica, la psichiatria, le neuroscienze;
  6. L’erogazione di attività di supervisione clinica nei confronti di professionisti specializzati in psicoterapia e psichiatria;
  7. L’apertura di nuove sedi periferiche dell’istituto in tutto il territorio nazionale in linea con l’indirizzo scientifico-culturale della scuola;
  8. La stipula di collaborazioni e pertnerships con enti pubblici e/o privati riguardanti la progettazione ed erogazione di corsi di formazione in psicoterapia, psichiatria e scienze psicologiche, apertura di nuovi servizi clinici, lo svolgimento di attività scientifica e di editing, progettazione ed erogazione di progetti di prevenzione sul territorio riguardanti la salute ed il benessere psicologico.

 

ART. 4 ORGANI D’ISTITUTO

L’Istituto è formato dalla direzione, dal comitato scientifico, dal collegio docenti e dal consiglio dei didatti.

 

ART. 4.1 LA DIREZIONE

Il consiglio direttivo è composto dal direttore e dal vice-direttore. Il direttore d’istituto è anche il rappresentante legale della Scuola. Il vice-direttore è anche il coordinatore didattico della Scuola.

I compiti della direzione sono: 

-       formulare il progetto formativo e garantirne lo sviluppo, anche in relazione all’evoluzione dell’indirizzo scientifico-culturale della scuola a livello internazionale, tenendo conto delle indicazioni del Comitato scientifico, del Consiglio dei didatti e del Collegio dei docenti;

-       coordinare e monitorare l’attività dei docenti e dei didatti;  

-       supervisionare il buon svolgimento di tutte le attività d’istituto; 

-       selezionare e nominare docenti e didatti interni ed esterni alla scuola, e personale amministrativo e di segreteria in funzione di standard sempre più alti di qualità;

-       contribuire allo sviluppo della scuola dal punto di vista scientifico-culturale e finanziario-imprenditoriale attraverso la stipula di collaborazioni e parterships con enti pubblici e privati, realtà scientifico-culturali affini al proprio modello;

-        rappresentare la Scuola in tutte le sedi.

 

ART. 4.2 COMITATO SCIENTIFICO

Il comitato scientifico è composto da tre membri:

-       un docente universitario che non insegna nella scuola e svolge la funzione di garante scientifico nei confronti del Ministero; 

-       il direttore e legale rappresentante della scuola;

-       il vice-direttore nonché coordinatore didattico;

Compito del Comitato scientifico è redigere la relazione didattica e scientifica annuale sull’attività svolta nell’anno precedente e sul programma per l’anno successivo. 

 

ART. 4.3 COLLEGIO DOCENTI 

Il Collegio docenti è composto da tutti i docenti della Scuola. Si riunisce annualmente su convocazione del consiglio direttivo. Il suo compito è quello di proporre e discutere iniziative volte alla valutazione e al miglioramento della formazione. Al Collegio dei docenti partecipano anche i rappresentanti degli allievi.

 

ART. 4.4 CONSIGLIO DEI DIDATTI

Il Consiglio dei didatti è costituito da tutti gli psicoterapeuti con funzioni di training a cui è affidata la formazione di analisi personale degli allievi specializzandi. Il compito del consiglio è quello di discutere periodicamente l’andamento, lo sviluppo ed il miglioramento della formazione clinica degli allievi. Viene convocato dal consiglio direttivo periodicamente.

 

ART. 4.5 RAPPRESENTANTI DEGLI ALLIEVI 

I Rappresentanti sono eletti dagli allievi con un mandato annuale rinnovabile. Viene eletto un rappresentante per ogni corso. Compito dei rappresentanti è di rappresentare le posizioni degli allievi dinanzi agli altri organi d’istituto, evidenziare eventuali criticità della didattica e/o proporre eventuali istanze emerse alla direzione.

 

ART. 5 CRITERI DI AMMISSIONE 

Il numero massimo di iscrizioni è di 10 allievi per ogni corso. 
i criteri di ammissione richiesti sono:

  • laurea in psicologia o in medicina;
  • abilitazione all’esercizio professionale conseguita precedentemente o entro la prima sessione utile successiva all’effettivo inizio dei corsi, e relativa iscrizione all’Albo di categoria;
  • superamento di due colloqui preliminari rispettivamente con il direttore ed il vice-direttore della scuola;
  • pagamento della prima rata del corso.

 

ART. 6 SELEZIONE E PROCEDURA DI ISCRIZIONE

Il candidato dovrà presentare domanda formale d’iscrizione indirizzata alla Direzione dell’Istituto corredata da un curriculum vitae professionale aggiornato. Subito dopo, il candidato verrà convocato per sostenere i due colloqui preliminari con la direzione della scuola. 

Dopo aver ottenuto parere favorevole ad entrambi i colloqui a giudizio insindacabile della direzione, e dopo attenta valutazione del curriculum vitae, l’allievo avrà quindici giorni di tempo per formalizzare l’iscrizione stessa attraverso la sottoscrizione del contratto ed il pagamento della I rata di corso. Nello specifico, il candidato dovrà presentare:

  • contratto d’iscrizione firmato;
  • fotocopia di un valido documento di riconoscimento;
  • certificato di laurea, con esami sostenuti, ed eventuali altri diplomi conseguiti;
  • certificato di iscrizione all’Albo o di superamento dell’esame di abilitazione;
  • ricevuta di pagamento della prima rata del corso.

Il candidato ammesso alla Scuola di specializzazione in Psicoterapia, su sua richiesta, è invitato ad iniziare l’analisi personale con uno dei didatti dell’Istituto.

Sono esclusi dall'ammissione ai corsi i candidati con eventuali carichi penali pendenti. Se, dopo l'ammissione ai corsi della Scuola, un allievo dovesse incorrere in condanne penali, la direzione dell’Istituto è autorizzata ad escluderlo dai corsi.

 

ART. 7 RETTA DI CORSO

La retta per ogni anno di corso è pari ad euro 4200 (salvo erogazione di borse di studio). All'atto dell'iscrizione al corso di specializzazione in Psicoterapia, ciascun allievo dovrà versare la I rata della quota annuale prevista, cui seguiranno due successive rate a metà anno (entro il 30 aprile) e prima dell'esame finale (entro il 15 settembre).

La quota annuale della Scuola di specializzazione in psicoterapia comprende le 300 ore di lezioni teorico-pratiche annuali in cui è incluso il Percorso psicoterapeutico di gruppo (include Dinamica di gruppo e Metodologia della psicoterapia di gruppo) per ciascuno dei quattro anni e le 150 ore annuali di tirocinio in strutture convenzionate. La quota non comprende i costi relativi all’analisi didattica personale obbligatoria (50 ore) che dovrà essere pagata al didatta scelto, ed eventuali supervisioni individuali da richiedere a parte. 

 

ART. 8 ANALISI DIDATTICA PERSONALE

L’allievo è tenuto ad effettuare 50 ore di analisi didattica personale possibilmente entro il primo biennio. La terapia personale è effettuata con didatti della scuola ed il costo è a carico dell’allievo.

 

ART. 9 TIROCINIO 

Il tirocinio viene effettuato per 150 ore annue in una struttura convenzionata dall’Istituto.

 

ART. 10 REGOLAMENTAZIONE PER I PASSAGGI DI ANNO 

  1. Non è permesso più del 15% delle assenze per ogni corso, al termine di ogni anno;
  2. Gli allievi che superano il 30% di assenze non sono ammessi alla prova d’esame per l’ammissione all’anno successivo;
  3. Ogni allievo deve ottenere, in base alla sua partecipazione, giudizi favorevoli dai singoli docenti, per ciascun insegnamento, di base, caratterizzante, integrativo;
  4. Al termine di ciascun anno del corso di specializzazione in Psicoterapia, l’allievo dovrà produrre un elaborato scritto di almeno trenta pagine sul metodo diagnostico e di intervento collegato all’applicazione dell’indirizzo scientifico-culturale della scuola. Al termine di ogni anno, l’allievo inoltre dovrà sostenere un esame individuale che verterà su una valutazione di profitto in merito agli insegnamenti caratterizzanti l’anno di corso. L’esame è vincolante per il passaggio all’anno successivo;
  5. Dopo ogni anno di tirocinio nelle strutture pubbliche, verrà chiesto un resoconto scritto delle esperienze conseguite, oltre all’attestato di frequenza.

 

ART. 11 ESAME FINALE E DIPLOMA DI SPECIALIZZAZIONE 

Al termine del IV anno del corso di specializzazione in Psicoterapia, gli allievi, ottenuto il giudizio favorevole dei docenti, dei responsabili del Tirocinio nelle Strutture Convenzionate e dei supervisori clinici, potranno presentare la tesi finale, consistente in una monografia di almeno 50 pagine, con l’esposizione di almeno due casi clinici, valutati e trattati con il metodo della PPI, a partire dalla fase diagnostica fino alla conclusione dell’intervento. 

La sessione di diploma sarà condotta da almeno tre docenti e valuterà non solo il lavoro attuale ma tutto il percorso formativo, la produzione scientifica nonché la maturazione personale dell’allievo lungo i quattro anni di corso.

L’attestato finale conferisce il titolo di psicoterapeuta a indirizzo psicodinamico individuale e di gruppo e consente l’iscrizione nell’apposito elenco degli psicoterapeuti dell’Albo professionale di appartenenza.

 

ART. 12 SOSPENSIONE DELLA FREQUENZA

Per motivi personali, sottoposti al vaglio del consiglio direttivo della scuola con lettera raccomandata o mezzo pec., l’allievo può sospendere la frequenza di un anno (al massimo) e riprendere la frequenza l’anno successivo nella classe corrispondente all’anno da espletare.

 

ART. 13 RITIRO DELL’ALLIEVO 

L’allievo che intende ritirarsi dal Corso deve comunicarlo con lettera raccomandata o mezzo pec. In qualunque periodo dell’anno tale decisione sia presa, l’allievo sarà tenuto a versare per intero la somma totale relativa all’anno in corso.

 

ART. 14 ALLIEVI PROVENIENTI DA ALTRE SCUOLE

Per gli allievi provenienti da altre Scuole, la direzione valuterà a suo giudizio insindacabile, attraverso un’iter di selezione tramite colloqui e valutazione curriculare, il possibile inserimento del candidato in qualsiasi anno di corso. L’aspirante dovrà comunque produrre all’organo direttivo un attestato di frequenza delle lezioni e del tirocinio (almeno 150 ore annue) espletate, un certificato attestante il superamento delle verifiche annuali fino a quel momento volte, nonché il nulla osta della scuola di appartenenza al trasferimento presso altro istituto.

 

ART. 15 ATTIVITA’ FORMATIVA POST DIPLOMA

Per i diplomati in Psicoterapia, l'Istituto propone un biennio integrativo, successivo al quadriennio, per implementare la formazione acquisita.

Al biennio integrativo partecipano in prima istanza gli allievi diplomati dall'Istituto e in seconda istanza diplomati in psicoterapia provenienti anche da altre scuole.

 

ART. 16 MODIFICHE AL REGOLAMENTO 

Il presente regolamento interno potrà subire variazioni nel corso degli anni sia per decisioni inerenti a scelte organizzative della scuola o per modifiche dettate dagli organi ministeriali. Gli allievi verranno prontamente informati con modalità e tempi idonei, accettando eventuali modifiche e non avendo nulla a pretendere nei confronti della scuola.  

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.